#iostoconstefano: "Donate il midollo osseo"

 In News dalla rete

Piombino (Livorno), 29 giugno 2015 -¬†Una tale mobilitazione neanche la famiglia se la aspettava. Centro trasfusionale piombinese preso d’assalto, quello ADMO di Cecina che fatica a rispondere alle richieste. Tutti stanno con Stefano. Piombinese di 38 anni, Stefano Scandurra, ha scoperto solo pochi mesi fa, a Natale, di essere malato di leucemia linfoblastica acuta. Le cure non hanno funzionato, la strada √® una sola: il trapianto di midollo osseo. Stefano ha una sorella, Daniela, ed √® stata lei a far partire la mobilitazione, in citt√† e in rete, dopo che ha scoperto di non poter essere lei a donarglielo, non √® compatibile.

La pagina facebook #iostoconstefano ha quasi diecimila iscritti e l’appello √® arrivato ovunque. Ma mettere un ‘Mi piace’ o condividere il link non basta, serve un donatore. Per dare il proprio contributo √® sufficiente recarsi al centro ADMO pi√π vicino o al centro trasfusionale, in qualunque citt√† perch√© il data base √® nazionale. Si tratta di un semplice prelievo di sangue per verificare la tipizzazione e quindi la compatibilit√†, poi si viene chiamati solo in caso ci sia qualcuno che ha bisogno, come Stefano ad esempio, e anche in quel momento si pu√≤ decidere se donare il midollo o meno. Per essere donatori bisogna avere tra i 18 e i 35 anni, pesare pi√π di 50 kg ed essere sani.

Adesso Stefano √® in Versilia, sottoposto a chemioterapia, in attesa che venga trovato un donatore compatibile. I genitori di Stefano, Susi e Bruno, rilanciano l’appello e ringraziano tutti coloro che si stanno da fare, portando ai centri trasfusionali amici e conoscenti. ‚ÄúVorremmo ringraziarvi uno ad uno ma siete troppi ‚Äì scrivono in una lettera che lo stesso Stefano ha poi diffuso su facebook -, non ci aspettavamo cos√¨ tante adesioni. Ogni frase ci commuove, siamo certi che uno di voi dar√† la vita a nostro figlio, ma ci saranno anche molti altri, come Stefano, che avranno una possibilit√† in pi√π di vivere grazie a voi. Stefano √® un ragazzo combattivo, non molla mai, ma tutta questa solidariet√† ha alzato il morale e dato la forza per andare avanti a tutta la famiglia. Non ci abbandonate ma soprattutto non abbandonate i malati di questa brutta ‘bestia’‚Äù.

http://www.lanazione.it/livorno/iostoconstefano-donate-il-midollo-osseo-1.1103324

Recent Posts

Start typing and press Enter to search